sabato 23 maggio 2009

Semifreddo alla carruba (crudo)


Gnam gnam gnam!
Il primo dolce crudista della mia vita è stato un successo! E la cosa più bella è che non ce nulla di più facile! Nessuno può sbagliare la lievitazione ;)
Rimando, per i riferimenti bibliografici (vedi libro di Sara) al post precedente!
Non so dare indicazioni precise sulle dosi, ma credo sia veramente difficile “sbagliare”: ho messo a mollo un pugno di anacardi, un pugno di noci del brasile ed ho aggiunto semi di girasole. Dopo un paio d’ore ho scolato bene i semi ammorbiditi e li ho messi nel frullatore con un cucchiaio di farina di carruba ed uno di sciroppo d’acero. Ho frullato il tutto spingendo giù con una spatola quando si incollava alle pareti e, per frullarlo meglio, ho aggiunto un poco di latte di mandorle home made.
Ottenuto un composto più o meno omogeneo, ma con ancora “pezzetti” visibili, l’ho spalmato per bene sul fondo di una teglia (coperta con carta da forno bagnata e strizzata).
A questo punto ho ficcato la teglia nel freezer. Il giorno successivo ho frullato 2 banane ben mature con un cucchiaio di farina di carruba. Scoperta! Illuminazione! Estasi!
Volevo usare avocado al posto delle banane, copiando una ricetta di Robo, ma caso vuole che i negozi dalle mie parti ne fossero tutti sprovvisti, convincendomi a ripiegare sulle banane anziché attendere il giorno successivo. La banana frullata con carruba è una delizia! Credo che la rifarò spesso e volentieri per farne un semplice, ma magnifico dolce al cucchiaio! Mi sono leccata i baffi (e tutto il frullatore, tranne le lame)!
Tornando al mio semifreddo: ho cosparso la base congelata con la crema di banane ed ho rimesso il tutto in freezer un’oretta, il tempo di preparare cena e mangiare.
Questo dessert è ottimo!
La cosa più bella è che si può riporlo in freezer e quindi si conserva parecchio (anche se viene voglia di mangiarlo tutto subito). Affinché la crema non sia troppo congelata e quindi difficile da mangiare, è sufficiente tirare fuori la fetta dal freezer qualche minuti prima, oppure metterla in frigorifero prima di iniziare il pasto.

10 commenti:

marsettina ha detto...

l'aspetto invoglia

robo ha detto...

Brava mammafelice. Con tutte queste golosità crudiste tra un po' mi sa che dovrai cambiare nome al blog...
robo

mammafelice ha detto...

:-D

yari ha detto...

Che bella, e chissà che buona, m'ispira davvero molto. Dovrei consultarlo maggiormente il libro di Sara ;-)

veganswiss ha detto...

chissà che buona!!! la prossima volta che avrò voglia di un dolce crudista proverò questa...

faby ha detto...

Ciao ! seguo da un pò il tuo blog , le ricette sono favolose complimenti!!
Non conosco la carruba, non ne avevo mai sentito parlare...ha qualche proprietà particolare?
se hai voglia visita il mio blog..

luby ha detto...

ops..non amo tantissimo la carruba...:(
questo dolce lo passo...
oppure pensi che posso sostituire con altro?

mammafelice ha detto...

@Luby: cacao! Cacao in polvere ;) Sempre se ti pioace ovviamente! Altrimenti puoi optare per creme di frutta per la copertura e non mettere nulla tranne un po' di dolcificante (oltre ai semi intendo) per la base.

@Faby: Ciao e grazie! La carruba si usa spesso come sostituto del cacao. Il sapore è simile (in alcune ricette a me piace anche di più), ma senza le controindicazioni del cacao (per il suo effetto lievemente eccitante lo evitano per esempio persone che soffrono di emicrania, per il contenuto in precursori dell'istamina andrebbe evitato in caso di allergie, ecc). La carruba è ricca di fibre, vitamine e minerali. Va bene anche per chi è a dieta! Grazie per la visita :)

Erbaviola.com ha detto...

magnifico! ero giusto alla ricerca di una ricettina veloce veloce per il dolcetto chiudi-pasto :D

tippitappi ha detto...

fa un bel figurone questa torta! è davvero bella... ora voglio sentire il gusto, stasera provo anche io, visto che non serve l'essiccatore forse stavolta sarò più fortunata!!!