giovedì 22 ottobre 2009

Il riciclo crudo (I parte): poltiglia di mandorle. E Honest Scrap!

Sono stata invitata da Erbaviola e da Spiritovivo a fare l'Honest Scrap: giochetto che impazza tra i blogger in cui dovrei raccontarvi 10 cose di me che forse non sapete. Dovrei anche invitare altri blogger, ma dico subito che non lo farò perchè ormai l'hanno fatto tutti!
Ma interessa? Ora devo scervellarmi per trovare dieci cose da dire...
1)Sono vegetariana da quando ho 14 anni e la virata verso il veganesimo è avvenuta dopo la nascita di mio figlio. Saranno stati gli ormoni, sono diventata ancora più sensibile :D
2)Sono sensibile, ma anche una persona ESTREMAMENTE nervosa! Lo sanno bene i miei genitori ed amici: se mi girano sono insopportabile!
3)Sono negata per la matematica e le materie scientifiche e continuo a chiedermi chi me l'ha fatto fare di iscrivermi a biologia, mettendoci un mezzo secolo a portare a termine una triennale :P
4)Per rispondere al punto 3: i miei sogni infantili me l'hanno fatto fare, quando ancora credevo di poter lavorare facendo l'etologa sul campo...
5)La mia mamma è francese, mentre mio padre romano (anche se i suoi genitori erano rispettivamente calabresi e umbri).
6)Sono atea.
7)Attualmente sono anche disoccupata, ma questo non mi ha ancora condotta alla preghiera!
8)Un metro e ottanta, gambe infinite e seno prosperoso ci crede qualcuno?
9)Ammetto di aver esaurito le idee sul da dire...
10)Sto facendo merenda con buonissimi pistacchi tostati!

Venendo alle cose serie, qui
avevo parlato dei modi in cui sfrutto la poltiglia di mandorle che avanza facendo il latte, in ricette che prevedono cottura.
Fin'ora ne ho sperimentata una sola che invece preveda l'utilizzo unicamente di ingredienti crudi e senza farlo apposta ho fatto qualcosa di molto simile a questa ricetta di Marta.
Tartufini dolci:

In soldoni, ho frullato la poltiglia di mandorle (che lo ripeto, essendo un avanzo della produzione del latte di mandolre, è intrisa d'acqua) con pari volume di poltiglia di datteri e due cucchiai di burro di cocco (per una tazza di mandorle fruttale più una di datteri). Infine, bagnadomi le mani, ho semplicemente fatto delle palline che ho rotolato nel cocco in scaglie.
Bisogna lasciarle in frigorifero per un giorno, in modo che si asciughino leggermente e che i grassi solidifichino, ma sono ottime anche subito, sono solo più morbide!

11 commenti:

luby ha detto...

GNAM GNAM GNAM ^_^

Serena ha detto...

Ciao!
Vorrei proprio assaggiare gli alchechengi e fare la tua ricetta. Ma in nessun supermercato li ho ancora trovati? Sono di stagione? Fino a quando si trovano?
Grazie!

mammafelice ha detto...

@Serena: temo che non si trovino nei supermercati. Se sei fortunata e c'è un mercato dei contadini dalle tue parti forse...
Altrimenti lo trovi solo se conosci qualcuno con un giardino che ne abbia.
Purtroppo in Italia si vendono solo le solite 3 verdure... :(

marsettina ha detto...

ottimo riciclo!

Patapata ha detto...

ho passato una buona ora e mezza a sfogliare i tuoi post, soprattutto quelli delle pappe. devo davvero complimentarmi, perché ho imparato un sacco di cose e penso proprio che se/quando mi troverò a fare la mamma, farò tesoro dei tuoi consigli (come già mi accade di fare!). grazie davvero, continua sempre così!!!!

Erbaviola ha detto...

Uh grazie della partecipazione!!! :D E grazie anche per l'idea di riciclo, da buona golosastra proverò :)

confermo che purtroppo in Italia si vendono le solite 3 verdure, infatti val la pena di tenere un orticello o per chi è in città farne uno su balcone/terrazzo, giusto per cambiare, altrimenti ...sempre le solite 3 verdure, delle solite 3 qualità
(sì, lo ammetto, madre natura mi dà una percentuale per tutti quelli che convinco a fare l'orto)

Gunther ha detto...

bella l'idea del riciclo, adesso so molte più cose mi sei ancora più simpatica!:-))

mammafelice ha detto...

@Marsettina: grazie! La necessità aguzza l'ingegno, come si suol dire: si può mica buttare una tazza di mandorle in poltiglia ogni tre giorni? ;)

@Patapata: grazie, sei troppo gentile, sono moltissime la mamme consapevoli e sempre più informate! Per fortuna internet è un buon mezzo in questo senso :)

@Erbaviola: :D Se esiste il karma il tuo sarà ottimo! Con tutti gli orti che saranno nati grazie alle tue parole, nella prossima vita sarai una carota, ma in quella dopo: Nirvana!

@Gunther: :-)) arrossisco...

Irene ha detto...

deliziosi, veloci, uno tira l'altro...che meraviglia! semplicemente brava! un saluto e a presto!

yari ha detto...

Burro di cocco??? Dimmi subito dove te lo procuri ;-)

mammafelice ha detto...

@Irene: grazie!

@Yari: he he, l'ho preso in Francia, in negozio tipo i nostri naturasì.
Un barattolino costa un bel po', ma ne vale la pena! Qui io non l'ho mai visto, ma credevo a Torino si trovasse!