mercoledì 18 giugno 2008

Bambù



Io ho in giardino delle canne di bambù. A dire il vero una marea! E chi ne ha sa che queste si espandono a dismisura! Ogni primavera buttano fuori nuovi getti e se non vengono asportati anno dopo anno il vostro prato diventerà una foresta di bambù!
Le varie specie di bambù sono però commestibili (anche se alcune sono più idonee alla coltivazione apposita) e sono proprio i nuovi rametti di bambù che spuntano dal terreno (più sono cicciotti e meglio è), raccolti prima che si allunghino troppo, ad essere buoni da mangiare!
Bisogna staccarli alla base, il più profondamente possibile, poi si tolgono tutte le foglie più esterne, dure, fino a rimanere solo con il “cuore” della pianta. Questi vanno fatti cuocere una ventina di minuti in pentola a pressione.
Una volta cotti i germogli di bambù si prestano agli usi più svariati: io li unisco spesso nelle insalate miste o nei contorni di verdura. Buonissimi anche in piatti unici di riso e verdure!

7 commenti:

Vera ha detto...

:o
Wow!

SaLeYpePe ha detto...

Bellissima Idea Complimenti Denis..
Volevo cogliere l'occasione anche se non ci conosciamo e raramente passo da te di consegnarti un mio piccolo premio "Virtuale" dal nome SaLeYpePe
le mie motivazioni:Naturalmente mi piace il tuo Blog forse anche perché sai usare ingredienti semplici reinventando in modo naturale ricette
che scopro solo ora. Ti faccio tanti complimenti un forte abbraccio Denis

mammafelice ha detto...

Grazieeee!

pulcii ha detto...

bell'idea!!!conosco bene questa lotta senza fine alle canne di bambù che invadono i giardini! ma a sfruttarli in questa maniera non ci avevo mai pensato....non sapevo nemmeno fossero commestibili!grazie le proverò!

Viviana Taccione ha detto...

Ciao sono Viviana di AutodifesAlimentare.it, ti ringrazio molto perchè mi hai dato proprio l'informazione che cercavo. :-)

Mi puoi dire quanto alti possono essere i germogli perchè restino abbastanza morbidi? Perchè io li ho colti a circa 20 centimetri e forse potevo aspettare che arrivassero a 30-50? Mi sembra così uno spreco...

E se uno volesse poi far crescere la canna, secondo te tagliando la parte alta e lasciando sotto 40 cenitmetri, poi continuano a crescere?

Grazie mille per la tua risposta e complimenti per il tuo blog!
:-) V.

mammafelice ha detto...

@Viviana: ciao! che piacere una tua visita :-)
L'altezza cui li hai colti mi sembra perfetta, poi dipende un po' dallo spessore, ma 40 credo che siano decisamente troppi. L'importante è cogliere anche la parte un po' interrata (dovresti arrivare fino a dove si attaccano alla radice madre), perchè la parte bassa è la più tenera. I migliori sono i germogli ancora corti, ma di radici "vecchie" che quindi sono belli cicciotti.
Io temo che non si possano raccolgiere all'infinito a meno di una gestione apposita della tua "piantagione". Questi bei germogli spuntano appena si prova a tagliare le canne adulte (per esempio per ridimensionare la zona a canne), ma dopo un paio di anni si esauriscono. Bisognerebbe lasciar ricrescere le canne in quella zona e tagliarle da un'altra parte, andare a lotti, insomma :-D
Se "poti" le canne poi continuano a crescere senza problemi (è quasi impossibile ammazzarle!), ma la parte di germoglio commestibile è appunto la base e non la punta, quindi non funziona a scopo alimentare ;-)

Viviana Taccione ha detto...

Sei stata chiarissma, ti ringrazio per la veloce risposta!

Pensa che proprio oggi sono stata all'orto botanico (di Roma) e ho viste tantissime specie diverse di bambù, una vera e propria foresta...

Chissà che prima o poi non si possa fare anche noi un vero bosco... tra l'altro i bambù sono tra le migliori piante per trasmutare l'energia congesta in energia buona e quindi sono ottime da piantare vicino casa!

Un caro saluto e a presto!!! :-)