mercoledì 19 marzo 2008

Insalata di valeriana con germogli di ceci


Questa insalata abbina al sapore dolce della valeriana, detta sarset in piemontese, il gusto morbido dei germogli di ceci e quello decisamente più forte delle olive taggiasche in salamoia.
La preparazione è semplicissima, facendo attenzione a lavare bene i ciuffetti di valeriana; si uniscono le olive ed i germogli di ceci, questi ultimi fatti bollire appena qualche minuto.
Condire a piacere con sate (poco, per via delle olive già salate), pepe, un goccio di aceto balsamico e olio extra vergine di oliva. Anche un cucchiaio di limone va molto bene. Io trovo che anche una spolverata di erbe di provenza stia alla grande assieme ai ceci!

6 commenti:

yari ha detto...

Bella! Quanto impiegano i germogli di ceci a crescere?

mammafelice ha detto...

Ma, mi pare circa 5 giorni... Sono veramente buoni, sanno decisamente di... ceci! :) però non serve farli cuocere un'ora e acquistano le proprietà dei germogli: un affarre per chi adora i ceci come me!
ciao

yari ha detto...

Anch'io li adoro, proverò a prepararli, non appena riesco a stare 5 giorni di seguito a casa :-)

mammafelice ha detto...

Non hai un vicino di casa a cui puoi affidare i germogli? :)
Così diventi ufficialmente il matto del palazzo!

Anonimo ha detto...

perchè i germogli li hai "fatti bollire qualche minuto"?
grazie e ciaoao
marta

mammafelice ha detto...

Ciao Marta! Li ho fatti bollire velocemente perchè i germogli dei legumi (tranne lenticchie e soia verde) necessitano comunque di cottura per via di alcune sostanze poco digeribili. Avendo già assorbito acqua durante la germinazione la cottura è molto più veloce! Almeno questo è quanto avevo letto sul sito della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana...
ciao!