sabato 19 gennaio 2008



Ho appena passato tre giorni a Londra!
Oltre ad ottimi manicaretti vegan (economici però, per quanto possibile col Pound), ho trovato un paio di libri molto interessanti, che ho messo nella foto.
Quello di ricette l'ho scelto tra altri perchè era l'unico che aveva alcune ricette con l'okara...
La libreria dove li ho trovati si chiama Foyles e non solo è ovviamente molto fornita perchè enorme, ma il bar della libreria ha anche una bella scelta di torte vegan!!!
Io ne ho assaggiata una alla banana con cremina di arance, ma c'erano anche torte vegan al cioccolato, alle noci, alla frutta...
Fortunatamente mangiare vegano è pratico in una città come Londra piena di take-awy asiatici!
Il mio menù ha spaziato dal riso con tofu e verdure (della foto) ai noodles con verdure saltate, falafel e samosa vegetariani, per finire in splendore al ristorante Thai: riso con taro, tofu aromatico con funghi neri, curry verde di verdure e zuppa piccante ai funghi!

7 commenti:

Vera ha detto...

Se interessa, qualche ricetta di okara è anche sul mio blog. :)

mammafelice ha detto...

A me ha interessato sì!!! Credo che pian pianino il tuo blog l'ho spulciato quasi da cima a fondo :)

abete ha detto...

ah Foyles, che nostalgia... charing cross road con le sue librerie era una delle mie mete preferite nei grigi weekend, quando abitavo in uk.
come vorrei tornarci!

mammafelice ha detto...

Ciao Abete!
Che bello, hai vissuto in UK? Proprio a Londra?
Anche mia sorella ha vissuto lì per alcuni anni... A me Londra e anche Parigi (mia mamma è francese) piacciono moltissimo, ma non credo che vorrei proprio viverci...

abete ha detto...

Sì, tre anni a Londra e due in una cittadina vicina... alla fine ho preferito andare via (non ne potevo più!), ma ora sono molto nostalgica!

mammafelice ha detto...

Che bella esperienza deve essere vivere all'estero! Sopratutto in città dalla cultura così vivace.
Io ho avuto la fortuna di viaggiare, ma ho sempre vissuto in Italia; anche se sono mezza francese.
Credo che conoscere lingue e culture diverse sia qualcosa che arricchisce infinitamente!
Il tuo bimbo, abete, è davvero fortunato!
Certo vivere in una grande città deve essere faticoso...

abete ha detto...

ah ah... può sembrare un controsenso, ma anche se ho vissuto all'estero, purtroppo non ho viaggiato molto... Comunque è stata davvero una bella esperienza, anche se non credo avrei potuto vivere per sempre in una grande città.
Anche tu sei fortunata ad essere nata da genitori di nazionalità e lingue diverse. Immagino dunque che tu sia bilingue... Il mio compagno è tedesco e stiamo cercando di far crescere Antonio bilingue (almeno potrà parlare con i nonni e gli zii tedeschi). Per ora abbiamo un discreto successo... Noi abbiamo deciso di parlagli ognuno nella propria lingua madre e la cosa sembra funzionare! Anche tu parli francese al piccolo? E per te come ha funzionato? Scusa se sono fuori tema, se vuoi puoi scrivermi anche in privato...
Ciao!!!